fbpx

È il fotografo Pier Costantini il secondo ospite di “Glamour – Appunti di moda”

/, Moda/È il fotografo Pier Costantini il secondo ospite di “Glamour – Appunti di moda”

È il fotografo Pier Costantini il secondo ospite di “Glamour – Appunti di moda”

È partito dai ritratti per approdare anche alla street photography e poi alla fotografia di Moda. Parliamo di Pier Costantini, fotografo abruzzese,  secondo ospite di ” Glamour – Appunti di moda “, il contenitore di incontri e seminari tematici promosso dall’Università Europea del Design di Pescara.

“La passione c’è sempre stata. E trascorrendo del tempo con mio zio, artista,  musicologo, appassionato di fotografia, ho sempre sentito questa spinta artistica – racconta Pier Costantini – Come tutti i bambini curiosi ho iniziato a sperimentare prima con la fotografia e poi con la pittura.  Sono stato anche musicista, per tanti anni. Poi, con una laurea in giurisprudenza,  ho deciso di buttarmi a capofitto nella fotografia.

Ho iniziato frequentando dei corsi, partendo da zero. E sono approdato al ritratto prima in studio e poi ambientato. Da li ho iniziato il mio percorso professionale. Oggi mi occupo di fotografia a 360 gradi.

Faccio anche wedding, ma con uno stile da reportage. Dinamiche che si vanno a intersecare con il mondo della moda: nella ricerca dei dettagli, nel racconto di ciò che accade.”

Come hai presentato il tuo ‘mondo’ agli allievi dell’Università Europea del Design di Pescara?

“Sono partito con cenni storiografici sulla moda, visionando copertine di noti magazine, per vedere come sono cambiate nel corso della storia,  sia a livello grafico che fotografico; per proseguire con l’evoluzione stessa della moda e dei suoi linguaggi, attraverso l’analisi di famosi fotografi di moda.  Considerando anche l’esigenza di confrontarsi con il mercato, di essere commerciale, senza perdere la propria identità, la propria passione. Le passioni sono senza tempo. Se si riesce a seguire il proprio sogno possono realizzarsi.”

Hai organizzato il tuo studio fotografico come uno spazio condiviso.

“Si.  La mia idea è quella di uno spazio condiviso,  un coworking, dove ci siano persone che con la loro creatività possano collaborare per un progetto comune. Attualmente con me collaborano una social media marketing e una social graphic design e presto si unirà a noi una set designer, che spazia dal wedding ala realizzazione di set per uno shooting o per altri eventi.”

Quale consiglio daresti ai ragazzi che si apprestano ad entrare nel mondo del lavoro?

“Essere se stessi, senza dimenticare da dove si viene o dove si vuol arrivare. Ho consigliamo di fare ricerca vera, senza essere abbagliati da internet o da Instagram.

E poi formarsi e confrontarsi con la realtà. La moda è intorno a noi, nella nostra quotidianità. E se si è aperti e attenti, si può creare qualcosa di veramente interessante.”

By | 2018-04-04T18:14:24+00:00 aprile 4th, 2018|Glamour, Moda|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment