fbpx

Eventi

/Eventi

Trionfa la creatività nella UED FASHION NIGHT 2018

By | 2018-07-20T18:04:39+00:00 luglio 20th, 2018|Eventi, Moda, UED Work, UEDlife|

Coinvolgente, emozionante, creativo. È così che si può sintetizzare lo spettacolo offerto dalla UED Fashion Night 2018, l'evento che ieri sera ha concluso l'anno accademico dell'Università Europea del Design di Pescara. Sul palco, allestito nello spazio esterno all'istituto di Alta Formazione, hanno sfilato gli abiti realizzati dagli allievi del dipartimento di Fashion Design. Gli studenti del primo anno si sono ispirati alla storia narrata nel film "The shape of water", "La forma dell'acqua", una fiaba romantica, un amore difficile, che ha come protagonista una ragazza muta. Un racconto reso attraverso la fluidità e i colori scelti per gli abiti proposti dagli allievi: i toni del verde e dell'azzurro a ricordare il colore dell'acqua accanto a tonalità più scure che rimandano alla 'profondità di un lago tumultuoso'. I colori e i costumi africani hanno invece rappresentato la collezione pret-a-porter "Contemporary wild" disegnata dagli studenti del secondo anno del corso di Fashion Design: fantasie etniche e tessuti contemporanei come il wax, tessuto in cotone di origini africane, hanno vestito donne moderne e libere. Tante le sfaccettature della personalità della donna e dell'uomo moderno raccontate poi nelle collezioni proposte dalle stiliste emergenti del terzo e ultimo anno del corso di Moda dell'Università Europea del Design di Pescara. Un inno alla bellezza, ma anche all'eleganza, alla comodità e alle forme. Capi trasformabili, abiti futuristici, materiali innovativi, che vestono donne e uomini dalla forte personalità.   Una spiccata creatività che si ritrova anche nella scelta delle grafiche proposte dagli allievi del dipartimento di Graphic Design e della scenografia realizzata dagli studenti di Interior Design, con la preziosa guida di Angelo Bucci, responsabile del Dipartimento di Interior Design. Una grande armonia tra allievi, docenti e aziende che hanno manifestato [...]

Tutto pronto per la UED FASHION NIGHT 2018

By | 2018-07-18T19:44:45+00:00 luglio 18th, 2018|Eventi, Moda, UED Work|

Tutto pronto per la UED FASHION NIGHT 2018, l'atteso evento che chiude l'anno accademico dell'Università Europea del Design di Pescara. Domani sera,  a partire dalle 20.30,  lo spazio esterno alla sede della UED si trasformerà in un grande palcoscenico sul quale sfileranno gli abiti ideati dagli allievi del dipartimento di Moda. Anche quest'anno la UED Fashion Night è stata realizzata grazie alla preziosa collaborazione dei tre dipartimenti dell'Istituto: gli allievi di Graphic Design si sono occupati della comunicazione e della regia della sfilata, quelli di Interior Design hanno curato la scenografia, mentre gli studenti di Fashion Design hanno ideato abiti e accessori. Quest'anno, inoltre, accanto a LookUp Academy di Montesilvano,  che realizzerà le acconciature delle modelle, ci sarà la scuola Sem di Pescara, che si occuperà del makeup. Sul palco sfileranno, insieme alle creazioni realizzate delle stiliste emergenti del terzo anno, abiti ispirati all'Africa selvaggia e al tema trattato nel film "The shape of water", fatti dagli allievi del primo e del secondo anno del corso di Fashion Design. " La sfilata vuole dare un messaggio, vuole trasmettere qualcosa.- spiega Angela Di Girolamo, responsabile del Dipartimento di Moda dell'Università Europea del Design di Pescara - E, in questo caso, abbiamo voluto rappresentare questa favola della principessa muta. Vogliamo parlare della 'diversità di amore', per dimostrare che anche l'amore 'diverso' può trionfare." Tanti gli ospiti che prenderanno parte all'evento: accanto a fashion blogger, stilisti e professionisti del settore, che saranno chiamati a scegliere lo studente più talentuoso,  sono numerose le aziende che interverranno, molte delle quali alla ricerca di uno stilista emergente.

Lo stilista Sabato Russo si emoziona alla presentazione delle tesi delle allieve di Moda

By | 2018-07-13T17:40:22+00:00 luglio 13th, 2018|Eventi, Moda, UEDlife|

Romantica, sensuale. Elegante, raffinata. Sempre alla ricerca di un outfit che le assicuri bellezza, sicurezza, libertà. È così che vedono la donna le giovani stiliste dell'Università Europea del Design di Pescara che hanno presentato le loro collezioni in occasione della discussione della tesi di laurea che si è svolta nella sala Favetta del Museo delle Genti d'Abruzzo. Ad ascoltarle, insieme alla commissione composta da docenti e professionisti del settore, lo stilista Sabato Russo. Un apprezzato designer che ha vinto un Award a Dubai, durante la Fashion Week, e che ha lasciato New York per trasferirsi a Milano e inseguire il suo sogno di diventare stilista. "Il mio è un percorso un po' strano. Ho studiato architettura, poi ho iniziato a fare il modello e ho capito che la moda mi piaceva. Ho viaggiato moltissimo:sono stato in Giappone,  più di vent'anni a New York. Tutto è cambiato qualche anno fa quando, finalmente, ho intrapreso il mio viaggio che si chiama Sartorial Monk, il mio nuovo brand. Da tre stagioni siamo nel calendario di Camera Moda Milano. E ora stiamo conquistando anche il mercato di Parigi. Sono molto soddisfatto." Il nome della tua ultima collezione primavera/estate 2019 è molto particolare. "La mia ultima collezione l'ho chiamata "Kokoro'", un termine giapponese che significa lo sguardo che coglie il cuore delle cose, un viaggio sentimentale nell'essenza sartoriale. Nelle mie creazioni cerco di esprimere un'anima, di raccontare il viaggio dentro di me. Oggi la gente non è abituata alla poesia, ma la capisce, pur non riconoscendola... Adesso sono ad un nuovo inizio: dopo i cinquan'anni mi riscopro, mi capisco. Ci vuole coraggio per iniziare un nuovo percorso. Paura e coraggio sono parole opposte ma simili.  E senza paura [...]

Ricerca, creatività, attenzione per il cliente nei progetti presentati dai grafici emergenti della UED all’Hotel Sole

By | 2018-07-11T12:31:08+00:00 luglio 11th, 2018|Comunicazione, Eventi, Riconoscimenti, UEDlife|

Tante proposte innovative frutto di un'attenta ricerca, di grande creatività e di attenzione per le esigenze del cliente. È quanto hanno presentato questa mattina gli allievi del corso di Graphic Design alle commissioni di tesi che si sono riunite nella sala Favetta del Museo delle Genti d'Abruzzo. Tra i membri della commissione d'esame alcuni rappresentanti dell'Hotel Sole di Montesilvano, l'azienda per la quale gli studenti dell'Università Europea del Design di Pescara hanno progettato tutta l'immagine coordinata, il restyling del logo dell'attività turistica, insieme a proposte di pubblicità sui social, alla nuova veste grafica del sito e al lancio del nuovo bar aperto anche a chi non è cliente dell'hotel Sole. Complimenti a tutti i ragazzi per i progetti presentati. Un plauso particolare a Marirosa Cutolo ed Emanuele Trulli, che hanno ottenuto 110/110 con lode e a Simone Assetta, Giulia Frullo e Mariantonietta Gubitosa che lasciano la Ued con la valutazione di 110/110.  

Lo stilista Sabato Russo sarà a Pescara per le tesi della UED

By | 2018-07-09T10:27:40+00:00 luglio 9th, 2018|Esami, Eventi, Moda, UEDlife|

È diventato famoso in America per i suoi abiti sartoriali. Le sue creazioni sono frutto di un'attenta ricerca e di un'ampia visione che va oltre la moda, che racconta le emozioni e che si fonda sulle sue ampie competenze. Sabato Russo, lo stilista che sarà presente alla discussione delle tesi degli stilisti emergenti dell'Università Europea del Design di Pescara, ha ottenuto un Award internazionale in occasione della Arab Fashion Week di Dubai. Il fashion designer di origine pugliese, che lega il suo nome al brand Sartorial Monk e che vive e lavora a Milano, giovedì 12 luglio sarà a Pescara (sala Favetta-Museo delle Genti d'Abruzzo) per incontrare gli allievi del corso di Moda dell'Università Europea del Design di Pescara.

Presentazione progetti finali 2017/2018

By | 2018-07-07T19:08:05+00:00 luglio 7th, 2018|Comunicazione, Design, Esami, Eventi, Moda, UEDlife|

Tutto pronto per la presentazione dei progetti realizzati dagli allievi del terzo anno dei corsi di Graphic Design, Fashion Design e Interior Design dell'Università Europea del Design di Pescara. Si inizia martedì 10 luglio alle 9 con i futuri grafici. Giovedì 12 luglio sarà la volta degli stilisti emergenti della UED che si confronteranno con il noto stilista Sabato Russo. Il 27 luglio toccherà ai giovani designers. Ogni allievo illustrerà il proprio progetto di fronte ad una commissione formata da docenti e professionisti del settore. Tutte le presentazioni si terranno nella sala Favetta del Museo delle Genti d'Abruzzo di Pescara.

I cappelli-scultura di Pasquale Bonfilio incantano i futuri fashion designer della UED

By | 2018-05-29T17:59:13+00:00 maggio 29th, 2018|Eventi, Moda, Workshop|

Pasquale Bonfilio, giovane e talentuoso Fashion designer, ha chiuso il ciclo di incontri "Glamour - Appunti di moda", promosso dall'Università Europea del Design di Pescara. Il giovane modista di origine pugliese è stato anche l'ospite che ha aperto "Open to creativity ", la 'due giorni' dedicata alla creatività organizzata dalla Ued nelle sale del Museo delle Genti d'Abruzzo di Pescara. Da dove è nata questa tua passione per i capelli? "Questa mia esperienza è nata a Bruxelles circa dieci anni fa, - racconta Pasquale Bonfilio - subito dopo la mia prima personale di pittura. In quell'occasione ho conosciuto Elvis Pompilio,  famoso modista che ha fatto cappelli per Dior e molti altri. Mi ha chiesto di collaborare con lui per una campagna fatta dalla Schweppes con Uma Thurman. Dovevo restare un mese, invece sono rimasto tre anni e mezzo! Elvis Pompilio ha sempre creduto in me: diceva che sentivo i materiali. Dopo una settimana che collaboravo con lui riuscivo già a fare dei cilindri...Da qui è nata la passione per cappelli che in realtà." Come sei arrivato al mondo della moda? "In realtà casualmente. Il mio mondo era quello dell'arte, della pittura, del disegno, della scultura, che ho fatto sempre come autodidatta.  Poi mi sono trovato travolto da questa esperienza. " Hai un atelier a Milano, la Cappelleria artistica. "Si, dove ricevo solo su appuntamento. Non ho un punto vendita,  ma alcuni negozi che vendono i miei cappelli. Essendo pezzi unici è difficile seguire tutta la produzione. Anche perché continuo a fare tutto da solo: disegno, cucio, preparo le scatole per gli editoriali e faccio molte collaborazioni con alcuni brand famosi." Cosa hai mostrato agli studenti del corso di Moda dell'Università Europea del Design [...]

Gli allievi della Ued firmano la comunicazione di Satyricom 2018

By | 2018-05-24T19:26:25+00:00 maggio 24th, 2018|Comunicazione, Eventi, Riconoscimenti, UED Work|

PROGRAMMA SATYRICOM Al grido di "Rassegnatevi! Stiamo tornando." il 25 e 26 maggio arriva a Pescara la terza edizione di Satyricom, la manifestazione dedicata a 'satira, umorismo, ironia e comicità on line' organizzata dall'associazione Scie comiche, con il patrocinio dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Pescara e con la collaborazione dell'Università Europea del Design di Pescara. Quest'anno,  infatti,  gli allievi del terzo anno del corso di Grafica pubblicitaria hanno curato la comunicazione dell'evento. "Ci hanno chiesto di creare tutta l'immagine relativa alla comunicazione del Satyricom - spiega Federica Femminella, la docente che ha seguito il progetto didattico - utilizzando il font, i colori istituzionali e il visual del bambino sul maialino, che caratterizzano la rassegna. I ragazzi, divisi in gruppi, si sono occupati della comunicazione affissioni e web, insieme all'allestimento dell'evento. Due di loro hanno lavorato sul 'concettuale' e, oltre a fare il visual, si sono inventate l'evento creando una sorta di confessionale, dove poter fare le foto satiriche, e un'urna, dove poter imbucare cartoline scritte dal pubblico dell'evento. Un altro gruppo ha inserito, nel visual dell'evento, degli elementi satirici collegati ai tre leader politici protagonisti dei recenti notiziari giornalistici: il presidente russo Putin, il presidente degli Stati Uniti Trump e il leader nord coreano Kim Jong-un." Satyricom il 25 ed il 26 maggio porterà al Circolo Aternino e all'Auditorium Petruzzi di Pescara i più seguiti autori satirici ed i collettivi che utilizzano la satira sui social e nel web, oltre al trio comico della Gialappa's Band. Tra gli appuntamenti in programma incontri con gli autori, mostre di fumetti e vignette, stand up comedy e tanto altro.

Arte, creatività, sperimentazione: le riflessioni di Jorg Grunert

By | 2018-05-15T11:14:46+00:00 maggio 15th, 2018|ArtEx, Eventi|

Scultore, performer, drammaturgo, trainer di didattica  artistica e di pedagogia teatrale,  docente di Tecniche Relazionali all'Università "G. D'Annunzio" di Chieti-Pescara Jörg Grünert, l'ultimo ospite di ArtEX >,  ha incontrato gli allievi dell'Università Europea del Design di Pescara per parlare di arte e del senso della sperimentazione. Arte e creatività, due parole, due mondi, che spesso si fondono. "Sì,  le due cose spesso vengono dette insieme. - spiega Jörg Grünert - È un binomio fantastico." L'arte e la creatività possono viaggiare anche separatamente? "Sì,  se diamo un senso molto accentuato a queste due parole; perché l'arte può essere un puro commercio o una faccenda ingegneristica. E la creatività è una facoltà dell'essere umano." Come devono gestire la creatività i ragazzi che desiderano lavorare nell'ambito artistico o grafico? "Le professioni che riguardano il mondo dell'arte,  del Design e dell'architettura, non possono essere standardizzate, a meno che ci si trovi nelle grandi agenzie o istituzioni. Il lavoro di freelance ha bisogno di una forte consapevolezza del rischio che si incontra." Cosa significa essere artisti?  "Ci sono molti stereotipi su ciò che è un artista: esprimersi liberamente,  avere fantasia,  il senso del bello. Per me è diverso: parliamo della necessità di confrontarsi con problemi estetici ed etici, insieme. Così si mescola arte e vita. Mi confronto con la vita, con la storia,  con il presente,  per raccogliere indizi." Quale messaggio vuoi trasmettere? " Spesso guardiamo il mondo dell'arte enfatizzato, sovraesposto attraverso i media, in questo mondo dei grandi eventi e della spettacolarizzazione. Io lavoro su un binario molto diverso. Penso che l'arte debba essere alla base della vita culturale di tutti. Per quanto mi riguarda,  l'arte è la mia vita."

La Graphic Designer Virginia Capoluongo svela i segreti della creatività

By | 2018-05-08T19:00:09+00:00 maggio 8th, 2018|Comunicazione, Eventi, Workshop|

http://www.questononeunsito.it/ Quello che ha fatto fino ad oggi ha sempre avuto a che fare con la creatività. "Sin da quando ero piccola ero attratta da tutto ciò che era legato al mondo della fantasia" - racconta Virginia Capoluongo, Graphic Designer, nota anche con lo pseudonimo Jukuki, ospite di "Open to creativity", l'evento promosso dall'Università Europea del Design di Pescara. Spieghiamo da dove nasce il nome Jukuki. "Il nome Jukuki viene dalla digitazione casuale sulla tastiera. Mentre stavo facendo un disegno, quasi vent'anni fa, ho messo la mano sulla tastiera per caso ed è uscito questo nome. All'inizio ho chiamato il personaggio Jukuki. Poi ho deciso di assorbirlo e ho iniziato a utilizzarlo sui social network e su altre piattaforme di grafica. Oggi è il nome della mia attività. " Hai frequentato il Liceo Artistico e poi l'Accademia di Belle Arti all'Aquila. "Sì. Ho una formazione artistica abbastanza classica. Il mio approccio con il computer è avvenuto molto tardi, all'ultimo anno di Accademia. All'epoca non c'era neanche il corso di Grafica. Sono sempre stata appassionata di fotografia. Mi piaceva trasformare le foto. Così ho iniziato i primi approcci con Photoshop." Oggi Virginia Capoluongo è Visual designer freelance e collabora con diverse agenzie con sede in Abruzzo, a Roma e nelle Marche. La sua creatività la definisce "una visione molto diversa delle cose". "Molto spesso mi cercano perché vogliono trovare qualcosa di molto diverso,  anche se poi alla fine mi chiedono di 'appiattire' un po' le cose. Perché quando la comunicazione incrocia il marketing,  c'è bisogno di arrivare a dei compromessi." A proposito di creatività,  hai affermato che 'i creativi non sono supereroi'. "Sì. Molto spesso ai creativi viene attribuita questa immagine: come se fossero [...]